martedì 23 maggio 2006

Visco: interverremo sulle tasse di successione e le rendite finanziarie. RaiNews24

La tassazione sulle rendite finanziarie e la tassa di successione, previste nel programma dell'Unione, "si faranno tutte e due". Lo ha assicurato il viceministro all'Economia, Vincenzo Visco, parlando in Transatlantico. "Chi prima, chi dopo, verranno fatte entrambe", ha detto Visco, aggiungendo: "Vedremo poi lo strumento tecnico" con cui attuarle.
Visco ha ribadito che il livello del deficit 2006 sopra il 4,5% "non è una notizia" e che "quello e' l'ordine di grandezza. Numeri nuovi non ce ne sono". Il vice ministro ha sottolineato che l'eredità lasciata dalla Cdl è "pesantissima, ovunque è un disastro. E si capisce il motivo dell'accelerazione politica da parte della destra. Si vuole distogliere dalla realtà l'opinione pubblica, a cui è stato raccontato un mondo che non esisteva".
Proseguendo nel suo ragionamento, Visco ha spiegato che il governo deve agire "perché dobbiamo sfruttare i modesti segnali di ripresa. Non sara' facilissimo ma lo dobbiamo fare. L'Italia deve cambiare registro, deve recuperare senso etico di comportamenti e onesta' intellettuale nella comunicazione".
"Lo sviluppo è la priorità - ha proseguito Visco - ma senza il risanamenti dei conti non si può fare". Parlando del rilancio economico, il vice ministro dell'Economia ha spiegato che "gran parte della spesa non serve per lo sviluppo. Si tratta di sprechi, che non hanno impatto sull'economia - ha sottolineato -. E' necessario quindi e innanzitutto razionalizzare la spesa". Secondo Visco, negli anni del governo Berlusconi "è partita la spesa e un po' aumentata l'evasione fiscale". Per questo "bisogna tornare al 2001, buco compreso, avanzo primario compreso. Se avessimo quell'avanzo primario - afferma infatti - avremmo il bilancio in pareggio. Bastava mantenere l'eredità. Saremmo in Paradiso, invece che in Purgatorio. Ma, comunque, non siamo all'Inferno".

50 commenti:

maurom ha detto...

La più bella faccia di bronzo del governo!

Anonimo ha detto...

... infatti l'hanno prudentemente messo a fare il vice ministro ....

Anonimo ha detto...

Puoi cancellare tutti i miei post, ma sempre un deficiente rimani.
Fattene una ragione.



GG

Anonimo ha detto...

Adesso sentiamo cosa hanno da dire coloro che in campagna elettorale parlavano di "terrorismo" della cdl...

ELETTOREANOMALO ha detto...

23 Maggio 2006
Tortura: Amnesty, "In Italia gravi carenze legislative"
ROMA - Amnesty International, nel suo rapporto annuale sul 2006, punta il dito contro l'Italia e denuncia gravi carenze legislative sui temi della tortura e dell'asilo politico che possono essere fortemente lesive dei diritti della persona. I concetti sono stati espressi oggi dal presidente della Sezione italiana di Amnesty secondo il quale, nel 2005 e nei primi mesi del 2006, governo e parlamento non hanno fatto alcun passo avanti nel redigere una legge che definisca il reato di tortura e di una normativa organica sul diritto di asilo, nonostante le ripetute sollecitazioni di Amnesty e di altri organismi internazionali, come il Comitato europeo per la prevenzione della tortura e il Commissario europeo per i diritti umani. L'organizzazione per i diritti umani chiede quindi al nuovo governo di adottare una legislazione per prevenire e punire la tortura, introducendo un reato specifico e ratificando il Protocollo opzionale alla Convenzione dell'Onu contro la tortura. (Agr)

RIPORTO QUESTA NOTIZIA PER PURI MOTIVI UMORISTICI ...

ELETTOREANOMALO ha detto...

MA QUESTA E' ANCORA + SIMPATICA

Scandalo Calcio: Borrelli nuovo capo ufficio indagini Figc
ROMA - Il nuovo capo dell'ufficio indagini della Figc e' l'ex capo del pool Mani Pulite di Milano, Francesco Saverio Borrelli. Lo ha deciso il commissario della Federcalcio, Guido Rossi. Unanimi i consensi nel mondo dello sport. Apprezzamenti per la nomina di Borrelli, che aveva indagato sui politici corrotti di Tangentopoli, sono stati espressi da Tardelli, Rivera e da Ferruccio Mazzola, ex calciatore fratello di Sandro e figlio di Valentino. Approvazione anche dal centrosinistra. "Bene, sono molto contento per lui. E' un posto di grande prestigio dove, sono sicuro, fara' molto bene il suo lavoro", ha detto il neosenatore dei Ds Gerardo D'Ambrosio, ex procuratore di Milano. Il centrodestra, invece, critica la decisione di Rossi. ''Se fara' al calcio italiano quello che ha fatto alla politica, sara' la fine del calcio''. Cosi' l'ex presidente della commissione Giustizia della Camera e legale di Silvio Berlusconi, Gaetano Pecorella. (Agr)

maurom ha detto...

@GG
Uno come te si qualifica da solo.
Fino a quando non offendi e insulti, avrai spazio nel blog; diversamente sarai cancellato.
E'questione di correttezza e di buona educazione: se a te mancano entrambe non è colpa mia.

Anonimo ha detto...

Neanche di fronte a dati reali e oggettivi riesci ,caro maurom, ad avere una libbra di obiettività;finalmente un post che "racconta" le voci dall'altra parte politica,subito smerdato con l'arroganza che vi è piu consona.
Ma i dati sono questi che vi piaccia o no;avete fatto una politica fiscale ed economica da deficienti incompetenti quali siete,e adesso nn avete neanche la faccia x ammettere gli errori.
Ne hai veramente di faccia tosta tu e la tua ex maggioranza nel continuare con questa politica volgare da partito di provincia.
Contenti voi,poveretti fate una pena....

Anonimo ha detto...

Salve, arrivo da Libero per dire a chi ha criticato tale detascamento da parte del governo che finalmente e ripeto finalmente si levano i soldi a chi i soldi ce li HA. Ma che senso ha averne sempre di più. Se qualcuno ne ha di più esiste sicuramente chi ne avrà di meno.(O non ne avrà proprio).Qui non si parla di senso di responsabilità ma di vergogna. La vergogna che deve provare chi prova a criticare qualsiasi intervento contro la classe ricca, non per renderla povera ma per renderla meno ricca. ANDARE IN GIRO CON LA PUNTO INVECE CHE CON IL BMW NON E' UNO SCANDALO....

Marsh ha detto...

Ma invece di blaterare idiozie e allarmismi, qualcuno di voi ha ben presente cosa diavolo sono ste "rendite finanziarie"? Vi sembra giusto che i soldi guadagnati con le speculazioni debbano essere tassati esattamente come le altre rendite?

La piantate di ragionare con le bandierine di partito? Non avete un cervellino tutto vostro?

giorgio ha detto...

E' la solita storia: il governo precedente blà blà ecc.La sostanza è sempre le stessa argent,argent sempre argent.Cosa poi ci facciano non si saprà mai, perchè il "nuovo" governo ripeterà la medesima storiella.Amen.

Anonimo ha detto...

ORA TUTTA QUELLA GENTE CHE LI HA VOTATI, SARANNO FELICI!!!!!!!

Anonimo ha detto...

voglio guardare in faccia tutti quelli che hanno votato Prodi e che , in un momento di dolore, si troveranno a dovere pensare anche a dovere pagare una tassa di successione per qualche cosa su cui tuo padre/madre hano sudato una vita..e magari dovranno pagarlo in contanti!!!
Grazie mille ...

Anonimo ha detto...

Grazie con odio a tutte quelle persone che hanno votato a sinistra,ha ragione Berlusconi a dire che quelli di sinistra sono tutti coglioni.Mi auguro che questo governo duri poco.

Anonimo ha detto...

La pervicacia di Visco nel mantenersi ''nei secoli fedele'' alla sua stantia ideologia fiscale non può non lasciare perplesso il cittadino. Abbiamo migliaia di situazioni acclarate di comuni, provincie, regioni che spendono in maniera dissoluta in consulenti, iniziative promozionali inutili, feste e c oncerti, improvvisazioni e mostre culturali da terzo mondo, e tutte queste voci di spesa si uniscono al dissestato bilancio di uno stato succhiasoldi. E poi finte privatizzazioni e privatizzazioni artefatte (utili solo a spostare personale dirigenziale) e in tutto questo Visco continua a ipotizzare che la soluzione sia nel succhiare soldi anzichè tagliare costi...d'altra parte il 49,75 del paese ha voluto Visco e io credo che il problema sia di quel 50,25 che non lo aveva voluto...

Anonimo ha detto...

Stanno preparando un offensiva verso i nostri portafogli... sti infami

http://casadelleliberta.blog.kataweb.it/

Anonimo ha detto...

....ma con questo governo...ke figura facciamo agli okki dell'Europa.(x non dire di +)
Prima di cominciare, Bertinotti già voleva kiudere la Fininvest....non sapendo ke gli Italiani, anke quelli ke lo hanno votato possiedono 1° le testa....(?). E 2° il telecomando.... ;-)
Bell'esempio di democrazia.E di considerazione x i cittadini Italiani
Saluti a tutti Sandro

Anonimo ha detto...

Grazie al vostro grandioso governo, che non ci dimenticheremo facilmente, così Berlusconi è contento, saranno necessarie nuove tasse per riportare i conti pubblici nei ranghi: il deficit/pil è al 4.8%. Berlusconi, pur di non andare in galera, ha sfasciato la cosa pubblica: si vergogni lui e chi lo ha riconfermato dopo i disastri di questi 5 anni!!!

Anonimo ha detto...

@anonimo delle 5.45

La questione qui non riguarda l'imposta sul reddito, perchè la tassa di successione la pagheremo tutti, ovviamente proporzionata al valore dei beni o del denaro che passiamo ai nostri figli.
Il fatto è che il denaro che abbiamo messo da parte nell'arco di una vita di lavoro è già al netto delle tasse, che abbiamo pagato una prima volta nel momento del ritiro dello stipendo. A mio parere questa tassa è un furto dello stato, è la tassa delle tasse.
Non condivido inoltre quanto da te affermato, in quanto penso che i primi ad essere penalizzati siano proprio coloro che sono "poveri", espressione che non mi piace, perchè sicuramente necessitano maggiormente dei beni di una donazione dei genitori di chi invece riceve ingenti somme, e per il quale il dono ricevuto può essere considerato un di più.
I primi ad essere penalizzati sono proprio i meno abbienti.

Anonimo ha detto...

LA SPIA ROSSA.. Un uomo, una mattina si sveglia con un puntino rosso sulla fronte; va dal dottore e spiega la sua situazione. Il dottore: "Provi a mangiare un piatto di mer**da al giorno, vediamo se le passa". Il signore sconvolto dalla terapia va a casa e mangia un piatto di mer**da al giorno per 2 giorni, dopo di che ritorna dal dottore e dice "Dottore, il puntino rosso è scomparso, ma perchè mangiando proprio mer**da?" e il dottore: "Glielo spiego io il perchè.. voi COMUNISTI avete il cervello pieno di mer**da e quando andate in riserva si accende la spia rossa!!!!!!"

Anonimo ha detto...

beh, se è vero che il deficit è a più del 4% anzichè il 3,8 ( è sono miliardi di euro!!!) bell'eredità!!! certo non mi aspettavo che questo governo fosse diverso di quelli che ci son stati per 50 anni, tasse, tasse e...tasse

attila ha detto...

Il problema è che, come dice Visco, bisogna recuperare un sistema razionale di suddivisione delle entrate (welfare state) in modo da redistribuire il reddito equamente e non sibilanciandolo verso servizi e spese che non servono.

Il Buon vecchio PIL si compone di C(consumo)+I(investimenti)+G(spesa pubblica)+(X-M=saldo bilancia commerciale).
Se vogliamo eliminare il disavanzo del PIL bisogna necessariamente agire su uno o più di questi fattori. Bisogna, quindi, aumentare la competitività dei nostri settori con vantaggi comparati per aumentare le esportazioni. Abbattere la spesa pubblica o, per lo meno, razzionalizzarla e tenerla stabile, puntando su quei settori ceh necessitano un intervento immediato (sanità, sostenibilità ambientale, trasporti su rotaia ecc.ecc.). Incrementare gli investimenti, scrivendo una nuova legge sul risparmio organica che tolga le rendite dal buon vechcio mattone e le reindirizzi in un portafoglio più differenziato. Far muovere l'economia aumentando i consumi del paese, consumi che devono essere razionali e mirati e a tutela del consumatore.
Chiaramente bisogna combattere l'evasione fiscale, per garantire pari tutela a tutti e reintrodurre i crimini di falso in bilancio in modo da rendere più trasparente l'attività delle imprese e dei commercianti. Bisogna introdurre una tassazione più equa e scalare ecc.ecc.
Insomma, le cose da fare sono tante

Fabruzum ha detto...

Credo che il Vampiro passera tra poco nei nostri conti correnti.
Se le manovre per cogliere questo trend positivo dell'economia sono queste, possiamo già cominciare a portare i capitali all'estero, se qualcuno non l'avesse ancora fatto.
Per fortuna che quando Berlusconi aveva fatto leva sulle future tassazioni, in campagna elettorale, Prodino aveva detto che non ci sarebbe assolutamente state...Alla faccia della Serietà tanto e troppo sbandierata!
Mi dispiace soltanto che un personaggio autorevole e rispettabile come Padoa Schioppa abbia messo la sua faccia, il suo nome e le sue competenze al servizio di un governo così sciagurato.

Cordialmente,
Fabrizio Goria

Adriano Bonforti ha detto...

Mah, veramente non sono sempre i soliti a pagare... Fino a pochi mesi fa, ci rimetteva nell'immediato la fascia medio bassa della popolazione, magari non con aumento di tasse diretto, ma con l'aumentare del costo della vita, della benzina, dell'affitto delle case, della spesa, dei bolli etc etc...E cmq, non immediatamente, ci rimetteva l'italia tutta... non e' un caso se siamo arrivati a crescita zero e avanzo primario zero...
Ora invece, di primo impatto, ci rimetterebbero forse i benestanti medio-alti-alti,tra i quali mi annovero, ma nn mi dispiace pagare un po' di piu' visto che, in seconda battuta, ci guadagneremo tutti, noi benestanti compresi... e poco importa che si abbiano un po' meno di soldi in banca, se poi grazie ad una corretta gestione della cosa pubblica i titoli in borsa non crollano, il debito pubblico diminuisce, e cosi' via.
Cordialmente, Adriano Bonforti

Anonimo ha detto...

Bisogna capirli.
Non mangiano da cinque anni ed hanno una fare arretrata. Devono recuperare ed alimentare tutto il sottobosco di tirapiedi e fiancheggiatori. Adesso il tormentone sara': "Berlusconi ha lasciato un disastro", "Dobbiamo rilanciare il paese", "Per un Nuovo Rinascimento dell'Italia" Le solite balle. Tutti soldi rapinati agli Italiani e sperperati in modo indegno.

Trinacrio ha detto...

il problema della crescita zero non dipende affatto dal vecchio governo, in tutta europa la crisi si é fatta sentire. colpitissima per esempio é stata la germania (con governo di sinistra) che ha una potenza economica notevolmente superiore all'italia. li stanno usando la grande coalizione per delle riforme che un solo schieramento non avrebbe potuto fare. per esempio pensione a 67 anni, che nei prossimi anni diventera 70. (secondo me giusto, tanta gente a 60 0 65 ancora vuole lavorare) aumento dell#iva dal 16% al 19% dal primo aprile 2007. Si sta riformando anche il sistema della sanita, cosi come si sta affrontando il problema delle scuole e soprattutto dell'integrazione. Scuole di Berlino con 90 e passa % di alunni che non parlano il tedesco. i risultati sono disastrosi oltre a tanti casi di violenza. nelle regioni piu avanzate si sta pensando di introdurre un test di tedesco, se non superato non si é ammessi a scuola; corsi di lingua obbligatori, non solo per ragazzi ma anche per adulti; un test per vedere l'affinita con la cultura europea; insomma il multi culti cosi lo chiamano non ha funzionato.

in Italia come al solito si é fatto all'italiana, cosi una volta finita la crisi, che di fatto sta finendo, l'italia si trovera come sempre ad inseguire.

Il problema delle tasse non va sottovalutato, la tassa sull#eredita é insensata cosi come la tassa sulla prima casa. capisco che lo stato ha bisogno di soldi ma bisogna cercarli da altre parti

attila é inutile dire che bisogna combattere l#evasione, perche la nostra cultura italiana ci spinge ad evadere, perche le tasse non sono viste come qualcosa che tu dai per ricevere qualcosa in cambio. le tasse son soldi che lo stato ti ruba mentre tu sei ancora a chiederti che ci fanno con sti soldi.

ultima cosa: sta storia dei senatori a vita che se non avessero votato la maggioranza si aveva lo stesso. la fiducia si ottiene (per quanto ne so io, mi posso anche sbagliare) quando si ha un numero di favori superiore a quello dei contra piu quelli astenuti. per le normali votazioni invece no, li basta anche un voto in piu, basta che ci sia il numero legale.

notte

Anonimo ha detto...

Mah...sinistra=tasse, prevedibile.

Il mondo dal mio punto di vista

I L THE F... Place because of the pincos ha detto...

Italiani
votate di sinistra e per i comunisti e lavorate per tutti
non reclamate cambiate avete votato LEFT pagate piu tasse
Non piangete avete creato il vostro problema

LOL

Marsh ha detto...

Massì BASTA TASSE via! Vogliamo uno stato "leggero" dove dare pochi soldi allo stato... Come gli USA dove per pagarti un istruzione decente devi essere milionario, dove se ti ammali e non hai soldi, muori come un cane, dove la pensione non esiste. E c'è una chance anche per i morti di fame. Essì perchè se non hai un becco di un quattrino, puoi sempre procurarti un'arma semiautomatica al mercato nero per meno di 50 dollari e pretendere una redristribuzione dei beni alla prima famigliola felice che ti capita sotto tiro.

Bello neh?

Anonimo ha detto...

PEr l'anonimo delle 8:49 PM

Ma fatela finita con ste cazzate! La tassa di successione si applica SOLO ai patrimoni superiori agli 800mila euro! Le rendite finanziare si applicano SOLO a chi specula in borsa o nell'edilizia.

Ma quali classi meno abbienti!

QUESTO è il terrorismo della CDL. Siete il marcio della politica italiana. Qua ci vuole la destra storica, non sta accozzaglia di imbecilli omofobi, razzisti, mafiosi e morbosi delle poltrone.

E io pur essendo di destra SONO ORGOGLIOSO di aver tolto il governo dalle mani di gentaglia come voi!

giorgio ha detto...

forse è bene, prima di dire tante sciocchezze, informarsi.Infatti è previsto da tempo, che saranno aumentati e di molto gli estimi catastali, per cui se una casa oggi può valere 300000 euro,domani ne varra molto ma molto di più.Quindi ecco la furbata. Aumentano il valore degli immobili lasciando le tasse (forse)invariate.Capito il trucco?Quindi:lasciamo perdere le cretinate, che dicono "alcuni" anche in questo blog.

Anonimo ha detto...

Il commento dell'ultimo anonimo è esplicativo della reale capacità politica e istituzionale della CDL:un'ammasso di incompetenti,volgari e ciociari capaci solo di fare polemica e interessati ad ubbidire al capo nn appena esso richiami all'ordine.
La differenza fra le 2 fazioni politiche sta tutta qua:quando si parla di csx,le sfaccettature sono molte, come le voci e le personalità in campo;quando si parla di cdx entra in scena l'assolutismo onnipotente di Berlusconi che oscura tutto(alleati compresi).La dx è figlia di una "monarchia" politica e rappresentativa,che vive solo della luce di Silvio,incurante di altri possibili sostituti.
La massiccia esposizione mediatica del nano,unita ai suoi viscerali interessi personali,hanno contribuito a rendere l'elezione come una sfida tra sx e Berlusca,annientando i vari Casini-Fini-e compari.
Se la dx nn riuscirà a trovare una pluralità sia rappresentativa che politica,le bastonate saranno sempre dietro l'angolo.

ELETTOREANOMALO ha detto...

SPECULA IN BORSA??????
Cari ragazzi, ma voi cosa ci fate con il risparmio??? li mettete sotto il materasso??? date in beneficenza???
d'accordo un incremento del capital gain, ma non pensatevi neppure di definire "speculazioni" di borsa delle banali operazioni di compravendita titoli, perchè questo significva veramente tornare al veterocomunismo, quello che identifica i ldenaro con lo sterco di satana.

giorgio ha detto...

x l'anonimo delle 8,39 che si spaccia per essere della dx storica.Ebbene mi ricorda quel tale che per fare un dispetto alla moglie si taglia i co....ni.E si trova con una sinistra dieci volte peggiore.Berlusconi aveva ragione quando parlava di persone che votano a sinistra contro i loro interessi e li chiamava co....ni.

blogn2k ha detto...

Gentile autore,
ti comunichiamo che il tuo post, visibile all'indirizzo http://liberoblog.libero.it/politica/bl3678.phtml, ritenuto particolarmente valido dalla nostra redazione, è stato segnalato all'interno di LiberoBlog, il nuovo aggregatore blog di libero.it



Pensiamo che questo ti possa dare maggiore visibilità sul web e presumibilmente maggiore traffico sul tuo blog, in quanto Libero.it è visitato quotidianamente da milioni di persone.



Nel caso tu fossi contrario a questa iniziativa, il cui fine è quello di segnalare ai nostri lettori i contenuti più validi rintracciati nella blogosfera, ti preghiamo di segnalarcelo via e-mail chiedendo la rimozione del tuo post dal servizio. Procederemo immediatamente.



Per saperne di più di LiberoBlog e sulla sua policy

http://liberoblog.libero.it/disclaimer.php



Per suggerimenti e critiche, non esitare a contattarci a questo indirizzo e-mail: blog.n2k@libero.it



Ringraziandoti per l'attenzione, ti porgiamo i nostri più cordiali saluti



LiberoBlog Staff

attila ha detto...

Noi italiani saremmo inclini ad evadere?
Forse qualcuno si, ma io lo definirei un disonesto!

Casualmente avete ridotto le pene per il falso in bilancio, che ora si chiama "finanza creativa": in poche parole "rubo con fantasia".

E qui ricorre il solito problema di difenizione di tasse e imposte.

La necessità degli italiani è diversificare il portafoglio degli investimenti. IN 5 anni non siete riusciti a varare una legge sul risparmio che permetta ai cittadii di non dover per forza investire in immobili.

I problemi economici sono tanti e molteplici, non si risolvono lasciano le cose come stanno, ma come ha detto l'OCSE facendo riforme radicali!

ELETTOREANOMALO ha detto...

mannò, avete ragione: vogliamo uno stato in cui si paghino + tasse (possibilmente sulle bieche rendite capitaliste), si aumenti la burocrazia (anche quella in vesti di authority), si svuotino le carceri, aumentino le quote extracomunitarie, l'università sia riformata da un comunista per di + normalista, si vada iraq ma con una non meglio definita "missione civile", i giudici possano tranquillamente passare da una carrirera all'altra che tanto ci saranno fantomatiche commissioni di controllo sull'efficienza dell'azione giuridica e Borrelli imperversi perfino in C1.
Meno male che si potrà coltivare la maria!!!

ELETTOREANOMALO ha detto...

Caro Attila, di grazia, mi spieghi cosa c'entra il passato governo con "l'attitudine degli italiani ad investire in immobili"????????


........... e sorvolo sul progetto Mirone!

maurom ha detto...

Prima di giudicare aspettiamo di vedere cosa farà questo governo.
Le premesse non sono buone anche perché le promesse erano chiare: aumento delle tasse!
La sinistra ha nel suo "dna" la redistribuzione del reddito, cioè togliere ai ricchi per dare ai poveri. E'una caratteristica peculiare e specifica perché non concepisce l'idea di aiutare i meno abbienti senza penalizzare i ricchi.
A sinistra vi riempite la bocca di lotta all'evasione con la stessa foga della lotta alla mafia e al fascismo, ma non siete capaci di debellare nessuna di queste piaghe perchè i primi evasori siete voi, i veri fascisti siete voi e i primi ad adottare metodi mafiosi siete voi.

ELETTOREANOMALO ha detto...

eppoi basta con 'sti ricchi e poveri, che perfino l'omonimo gruppo musicale si è sciolto.
direi che nel 2006 si potrebbe finalmente prendere atto che la società è decisamente + variegata e complessa!!

Anonimo ha detto...

Che bello!!!!!Sentirsi dare del mafioso da chi sostiene Berlusca-Cuffaro-Previti è veramente quanto di piu ridicolo abbia mai sentito..
MAUROM MI DISPIACE MA TU SEI PROPRIO DEFICIENTE NELLA TESTA NN HAI SPERANZA,POVERO CRETINO

Anonimo ha detto...

E DELL'UTRI NIENTE????

DAIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

E tutti tacquero (per cinque minuti) Alle otto di sera si sarebbero contati già 184 takes d'agenzia di esternazioni, reazioni e reazioni alle reazioni STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO
Romano Prodi ha detto: zitti! E il governo intero è ammutolito: è o non è il capo? Le interviste in corso si sono fermate, i registratori sono stati spenti, le telecamere sono state bloccate, le penne son rimaste a mezz'aria sui taccuini come se il vociante caravanserraglio fosse stato pietrificato dallo sguardo della Medusa. Erano le 10.08 di ieri mattina. E per cinque minuti (300 interminabili secondi!!!) ha dominato su tutto un magico silenzio.
Poi, alle 10.13, è arrivato Vincenzo Visco, aveva qualcosa nel gozzo sulle tasse, l'ha espulso ed è venuto giù il diluvio: alle otto di sera si sarebbero contati già 184 takes d'agenzia di esternazioni, reazioni e reazioni alle reazioni.

Un capolavoro. Che a qualcuno ha fatto venire in mente un vecchio e geniale titolo di Cuore: «Ci arrendiamo: basta che state zitti!» È una settimana infatti che i ministri «coesi» del governo «coeso» frutto della maggioranza «coesa», per usare la parola più abusata di questa primavera, se ne vanno ognuno per conto proprio. Sarà perché sono ancora spinti dalla forza d'inerzia dopo una campagna elettorale in cui ogni voce ha cantato per conto suo, sarà perché ognuno vuole dimostrare che il suo partito ha portato a casa un tozzo per i rispettivi elettori, sarà perché la vanità di dire qualcosa e di vederlo finire nei tiggì può essere irresistibile, fatto sta che parlano, parlano...

Intendiamoci, sono tutte posizioni legittime: chi vince, sia pure di strettissima misura, ha il diritto di governare. Di più: ogni singolo proponimento potrebbe essere perfino giusto, doveroso, sacrosanto.
Potrebbe aver ragione il responsabile dei Trasporti Alessandro Bianchi, che con quella somiglianza al mago Gandalf del Signore degli Anelli pare ancora più solenne quando s'erge contro il Ponte di Messina inutile e dispendioso. E così l'addetto alla Solidarietà Sociale, Paolo Ferrero, che come primi obiettivi dice d'essersi dato quelli di metter mano alla Bossi-Fini e abrogare la Fini-Giovanardi sugli stupefacenti e di puntare alla depenalizzazione delle droghe leggere dato che «anche alla Camera molti hanno fumato uno spinello e non mi sembra sia morto nessuno». E ancora Cesare Damiano, che vuole «superare e cancellare le norme più precarizzanti» della Legge Biagi, che pure Walter Veltroni aveva definito l'altra settimana come «la via giusta».

E potrebbe aver ragione Barbara Pollastrini a promettere come «uno dei primi atti da ministra delle Pari Opportunità» una legge «avanzata ed equilibrata» sulle unioni di fatto in accordo con le aperture di Rosy Bindi con cui si ripropone di fare «un lavoro coeso». E poi il verde no-global Paolo Cento che appena fatto sottosegretario al Tesoro ha spiegato che i mercati finanziari si devono adeguare al nuovo corso e dunque, dopo anni spesi a far soldi (puah...), devono «imparare che al centro devono essere messi i consumatori e i risparmiatori», per non dire dell'appello a non sfilare con le armi nella parata del 2 giugno nella scia dello slogan hippy («Mettete dei fiori nei vostri cannoni») cantato dai Giganti. E potrebbe aver ragione Livia Turco nel dichiararsi favorevole alla pillola abortiva RU486 essendo «per l'interruzione di gravidanza, che già è un fatto drammatico per le donne, con metodiche meno invasive e dolorose». E poi Clemente Mastella sull' abolizione almeno di una parte delle leggi volute da Castelli e Paolo Gentiloni sull' abolizione della Gasparri.

E così, per ultimo, potrebbe essere nel giusto Vincenzo Visco, quando dice tra lo scandalo delle destre che «siamo ben oltre il 4,5% del deficit-Pil» e che «l'eredità lasciata dal Polo è micidiale» e che «veniamo da mesi in cui hanno raccontato un mondo che non esisteva» e che i segnali di ripresa sono «modesti» e che il governo «agirà sia sulla tassazione delle rendite finanziarie sia sulle imposte di successione ».

Ma il punto è: a nome di chi parla? Parla per sé, sfogando la rabbia di essere stato sbeffeggiato per anni da Tremonti cui vuol render pan per focaccia rovesciandogli addosso le stesse accuse (il buco occultato, l'eredità disastrosa dei conti, la mediocrità professionale, la disonestà intellettuale...) che aveva ricevuto? O parla anche per Romano Prodi, Tommaso Padoa- Schioppa e insomma il governo nel suo insieme? I suoi colleghi sono d'accordo, sulle sue sortite? Vale per lui e vale per gli altri: anche Beppe Fioroni, per esempio, pensa che «di spinelli non è mai morto nessuno»? Anche Arturo Parisi, che sta alla Difesa e in gioventù si diplomò alla Scuola Militare della Nunziatella, vorrebbe vedere alla parata del 2 giugno tutti in borghese o magari, come sogna Fausto Bertinotti, fasciati dai colori della pace? E per pura curiosità, si stanno chiedendo Rosa Russo Jervolino a Napoli e Bruno Ferrante a Milano e Sergio Chiamparino a Torino e Rita Borsellino in Sicilia, l'ex ministro del Tesoro oggi «vice» alle Finanze e tutti gli altri Esternators di questi giorni sono stati informati che c'è una tornata amministrativa dove i candidati dell'Unione si giocano moltissimo? Hanno idea di come sia stato eroso in poche settimane il credito (risicato) che aveva il centro-sinistra? Hanno già dimenticato, come ricorda irritatissimo Daniele Capezzone, i danni creati nelle fasi finali della campagna elettorale dalle sventurate «ricette» per le tasse, sventolate da questo e quello nel caos totale con ingredienti e dosi sempre differenti? Sia chiaro, non è la prima volta. Non c'è governo, nella storia repubblicana, che non sia stato minato al suo interno dalla volontà di questo e quel ministro di affermare la propria linea per rassicurare i propri elettori.
Basti ricordare la battuta di Alfredo Biondi in uno dei momenti caldi passati dagli esecutivi di Silvio Berlusconi: «Ormai la Casa delle libertà è diventata un casino. Con una sola differenza: nei casini c'era almeno la tenutaria che teneva l'ordine». Qualche anno fa, stufo di sentire qualche collega che parlava troppo e a sproposito, Enrico La Loggia sbottò: «Bisognerebbe recuperare uno strumento dal nome "parlapicca" utilizzato dalle mie parti per limitare la logorrea...». Pinuccio Tatarella lo conosceva bene, il rischio. E teorizzava: «Non occorre mentire, ma non sempre è bene dire cosa si pensa. Se tutti dicessero sempre cosa pensano andrebbe tutto in pezzi...». Dice oggi Romano Prodi: «Testa bassa e pedalare». Vale per tutti?


Gian Antonio Stella
24 maggio 2006

Anonimo ha detto...

@Anonimo delle 8.39 AM
Vorrei proprio sapere dove hai letto che la tassa di successione si applica solo ai beni superiori agli 800.000 €, visto che neppure l'armata Brancaleone del centrosinistra ha stabilito il tetto oltre il quale applicare tale tassa. Vorrei ricordare in ogni modo che Bertinotti in campagna elettorale parlava di 175.000 €, che è il prezzo di un piccolo appartamento. Staremo a vedere.
Ti ricordo che anche i modesti investimenti in Bot o Cct possono dare delle rendite finanziarie...Non sarebbero solo gli speculatori alla Ricucci a dover pagare tale tassa.
Mi stupisce come tu possa definirti di destra e allo stesso tempo essere orgoglioso di un governo che più a sinistra non è mai stato negli ultimi 50 anni. Complimenti.

ELETTOREANOMALO ha detto...

L'Aduc contro il viceministro Visco
Critiche su tassazione delle rendite

Il governo agirà sia sulla tassazione delle rendite finanziarie sia sulle imposte di successione, ha affermato ieri il vice ministro dell'Economia Vincenzo Visco. Nonostante questi interventi fossero già stati annunciati in campagna elettorale, le dichiarazioni di Visco hanno suscitato non poche polemiche. E anche le critiche delle associazioni dei consumatori.



"Ci risiamo. Il viceministro all'Economia, Vincenzo Visco, vuole tassare le rendite, come già previsto, con rocamboleschi giri, dall'allora candidato alla Presidenza del Consiglio, Romano Prodi, ha affermato Primo Mastrantoni, segretario dell'Aduc.

"Attualmente, scrive l'Aduc, esistono due aliquote, una al 12,5% per le rendite da capitale, (interessi, dividendi, e plusvalenze da titoli obbligazionari e azionari) e una al 27% per i depositi bancari, conti correnti e certificati. La differente tassazione ripropone lo strabismo dei vari governi sulla tassazione. Per costoro le "rendite" da depositi bancari sono diverse da quelle provenienti da investimenti azionari, che infatti vengono tassati in modo differente".

"Dove è la differenza? I depositi, continua Mastrantoni, vengono utilizzati dalle banche per i loro affari, così come le azioni in Borsa supportano le imprese nelle loro attività, entrambe generano iniziative di vario tipo, industriali, artigianali, ecc. Non si capisce, inoltre, perché il viceministro Visco continui a parlare di "rendite" con un riflesso negativo, quasi si trattasse di parassitismo".

"Ognuno del proprio denaro fa ciò che vuole e se ne ricava dei redditi perché dovrebbe essere considerato uno sterile parassita? Livellare su una unica percentuale i guadagni da capitale e da depositi significa incrementare le entrate di circa 2 miliardi di euro, che coprirebbe del 20% il maggior onere derivante dalla diminuzione del famigerato cuneo fiscale. Insomma, conclude il segretario Aduc, è un'operazione di "copertura" che viene giustificata con la tassazione sulle "rendite" finanziarie. Sarebbe opportuno evitare i buonismi di turno.

GIUSTO PER RICORDARE A QUALCUNO CHE LE RENDITE FINANZIARIE NON SONO GLI SPROPOSITATI GAUDAGNI DEI FURBETTI DEL QUARTIERINO, MA SI IDENTIFICANO + CORRETTAMENTE CON IL BANALE RISPARMIO DI CIASCUNO DI NOI.

Rinaldo Sidoli ha detto...

Tassare? Va bene, basta che riparta l'Italia.

Anonimo ha detto...

LA DESTRA CI HA PORTATO SULL'ORLO DEL BARATRO, MA LA SINISTRA CI FARA' FARE UN PASSO AVANTI ....

ELETTOREANOMALO ha detto...

noto poi che qualcuno ha fatto l'esame di economia politica

ilcubista ha detto...

rientro ora da una giornata di 15 ore filate di lavoro...sono un giovane imprenditore che sopporta anche 15 ore al giorno di lavoro per pagare gli stipendi a quella massa di inutili persone che lavorano per lo stato o che sbandierando la lotta ai regimi o ai ricchi se ne stanno per ore beati e pacifici a non far nulla negli uffici pubblici o a lottare per i poveri..come tanti altri giovani che rischiano sulla loro pelle e sulle loro tasche un fallimento che puo arrivare in qualsiasi momento perche per "ironia della sorte" le persone che esigono ed esigono ed esigono sono quelle che sbandierano proprio gli ideali di sinistra ma quando e' ora di saldare i debiti scappano senza lasciare traccia con il loro (MIO) lavoro pronto e ben fatto..parlo per esperienze vissute direttamente mi chiedo perche continuare a credere che di hanno dei doveri quando e' piu facile credere e capeggiare la lotta di avere solo dei diritti..purtroppo le sinistre vivono con quello che possiedono e si creano altri perche non avranno mai la VOGLIA E LA CAPACITA DI CREARE LORO STESSI QUALCOSA..si fa prima prendere dagli altri che rimboccarsi le maniche e produrre..purtroppo siamo molti giovani imprenditori ad aver paura di chiudere tra un anno visto i primi sentori di governo...

DIEGO ha detto...

RITENGO VERGOGNOSO L'ANDAMENTO POLITICO ITALIANO SIA DI SX CHE DX
SPESSO MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANO FORSE ECCO PERCHE VIVO NEGLI USA DA 2 ANNI